La rivincita delle polpette vegan… di piselli!

Ogni tanto capita che, magiaaaah!, qualcuno ti elegga a “chef per un giorno” personale. Quale onore e quale gioia, soprattutto se si tratta di dover cucinare per un plotone di onnivori convinti, in cui i soldatini da portare al lato oscuro della Forza sono soprattutto bimbi!

In queste situazioni particolari, io scendo un po’ a compromessi con la mia alimentazione solita: oggi vi presento infatti un piatto non solo fritto ma che prevede anche un ingrediente non propriamente di stagione, ovvero i piselli. Se siete delle personcine attente, avrete la vostra scorta di pisellini surgelati dall’ultima primavera, altrimenti potrete comprarli e fare uno strappo alla regola, soprattutto se il vostro scopo è di stupire qualche commensale tradizionale! Se proprio questa cosa non vi va giù, conservate la ricetta e attendete il momento giusto, non ve ne pentirete.

polpette vegan piselli

E’ stata una serata veramente meravigliosa, carica di sorrisi e orgoglio (mio)! Ho preparato un’infinità di antipasti e appetizer – fra cui queste polpette – letteralmente spazzolati; primo e secondo (di cui per il momento non vi svelo nulla!) che hanno piacevolmente sorpreso tutta la tavolata e infine i miei primi cupcakes decorati, fatti solo ed esclusivamente per vedere sorridere nuovamente i bambini, a fine cena.

polpette vegan piselli

Altro appunto degno di nota: dal momento che la serata mi è stata commissionata e sovvenzionata, sono uscita vincitrice dalla sfida di “economia domestica”, stupendo tutti e confermando in modo pratico che mangiare bene, sano e in modo accattivante si deve e si può, senza spendere follie. Basta solo qualche accortezza!

Ma bando ai convenevoli, ecco a voi le mie polpette vegan di piselli!

Ingredienti per 4 persone:

300 gr di piselli surgelati (o freschi, se è stagione)
50 gr di mollica di pane
1 patata di media grandezza bollita e sbucciata
1 mazzetto di prezzemolo fresco
Sale integrale qb
scorza di un limone bio
pangrattato qb
1 pizzico di curcuma
1 filo d’olio evo (con un pizzico d’aglio in polvere, per stufare i piselli)
Olio di semi per friggere

Tempo di preparazione:

15 minuti + 30 minuti di riposo + 30 minuti di cottura

Kilokalorie a porzione:

400 kcal circa (dipende dalla frittura)

Grado di Difficoltà:

2/5

Preparazione:

Iniziamo facendo stufare i pisellini ancora surgelati in un filo d’olio d’oliva già caldo, in cui l’aglio in polvere avrà sprigionato i suoi aromi. Non serve che questi cuociano a lungo: meno cuociono, più il verde resterà brillante. Potreste anche bollirli, ma perdereste molti principi nutritivi nell’acqua di cottura. Io in realtà utilizzo sempre e solo stufatura o cottura a vapore.

Lasciamo quindi che evapori l’acqua di vegetazione, spegniamo il fuoco e facciamo raffreddare.

Uniamo ora nel frullatore i pisellini, la mollica di pane, la patata fredda, le foglie del mazzetto di prezzemolo (non buttate i gambi, usateli per insaporire un buon brodo di verdura!), la scorza grattugiata di un limone biologico e non trattato.
Aggiustate di sale e di pepe e lasciate raffreddare in frigo per una mezz’oretta, in modo da lasciar rassodare l’impasto.

A questo punto dovete essere abili nel controllarne la consistenza: deve essere abbastanza soda da poter essere maneggiata. Regolatevi utilizzando del pangrattato per raggiungere l’umidità desiderata ma non utilizzate farina altrimenti le polpette risulteranno estremamente pesanti.

Preparatevi un piatto in cui versare il pangrattato e la curcuma per l’impanatura e uno in cui posizionare le vostre polpettine prima della frittura.

Bagnatevi le mani e procedete a polpettare!

Ora: friggiamo! Mi raccomando, iniziate a cuocere nell’olio quando questo avrà raggiunto la massima temperatura. Utilizzate uno spiedino di legno e immergete la punta nell’olio: quando inizierà a fare le bollicine tutto intorno, allora potrete procedere.

Le polpette in questo modo non si sfalderanno e resteranno più leggere: l’olio alla massima temperatura creerà subito la crosticina dorata e non penetrerà in grandi quantità all’interno di ciò che state cucinando.

E buone polpette a voi! Gnam!

polpette vegan pisellipolpette vegan pisellipolpette vegan pisellipolpette vegan pisellipolpette vegan pisellipolpette vegan pisellipolpette vegan pisellipolpette vegan pisellipolpette vegan pisellipolpette vegan pisellipolpette vegan pisellipolpette vegan pisellipolpette vegan piselli

Your email is never published or shared. Required fields are marked *

*

*