Pasta e Ceci – Un Delizioso Piatto “Povero”

Mia nonna mi cucinava sempre pasta e ceci, da che ho memoria.

Anche lei era abituata a mangiarla, durante la guerra e prima del boom economico, proprio perché si tratta di un pasto molto nutriente e in grado di coprire il fabbisogno di tutte le proteine ad un costo che, all’epoca, rispetto alla carne, piatto riservato alle famiglie molto benestanti, era molto più accessibile.

Poi però, crescendo e cambiando abitudini alimentari, i legumi hanno cominciato a darmi problemoni al pancino, e così ho smesso di mangiarli.

pasta e ceci

Adesso che sono tornata alle proteine vegetali, ho voluto provare a vedere se quello che dicono a proposito dei problemoni al pancino è vero, e cioè che se dai tempo all’intestino di riabituarsi, si ripristina la flora batterica atta a digerirli e quindi pian piano si smette di avere fastidio.

Dunque, cosa meglio di pasta e ceci per sottoporre la mia panciotta ad una cura di legumi?

 

Ci sono molte ricette in giro, ma qualche giorno fa ho provato questa ed è venuta così buona che non potevo non postarla qui su Pepe!

Ingredienti per 4 porzioni (2 se fate piatto unico o siete golosi ^_^):

180 – 200 gr di pasta integrale (a me piace quella corta, tipo mezze penne)
500 gr di ceci in scatola (magari quelli cotti al vapore sono meglio; se preferite, usate pure quelli secchi)
3 cucchiai di olio di oliva extravergine
3 – 4 cucchiai di verdure per soffritto, quindi carota + cipolla + sedano (se volete farla sporca, comprate un preparato fritto surgelato, possibilmente bio)
2 cucchiai di brodo granulare vegetale bio
1,5 litri di acqua
rosmarino (fresco è meglio, ma io ho usato quello liofilizzato)
pepe

Tempo di preparazione:

45 minuti

Kilocalorie per porzione:

450 kcal

Difficoltà: Preparazione:

Versate l’acqua in un pentolino e portatela a ebollizione, poi aggiungete il brodo granulare.

Nel frattempo, in un’altra pentola mettete le verdure per soffritto tagliate a cubetti fini e l’olio, facendole imbiondire. Dopodiché versate un mestolo di brodo bollente e lasciate cuocere per 3 – 4 minuti.

Lavate i ceci e metteteli nella pentola con il soffritto, aggiungendo anche il pepe e il rosmarino.

Lasciate cuocere per altri 5 minuti, poi versate tutto il brodo e lasciate andare a fuoco medio per 30 minuti, con un coperchio.

Ora potete aggiungere la pasta e farla cuocere per 10 minuti o per quanto scritto sulle indicazioni della confezione.

Se riuscite a non papparvi tutto subito appena si raffredda, potete congelarlo e tenerlo per quando fate tardi e dovete preparare una cena last minute!

pasta e cecipasta e cecipasta e cecipasta e cecipasta e cecipasta e ceci

  • Maky - Anche a me i ceci hanno sempre dato fastidio tanto che la mia alimentarista me li ha tolti dal menù. L’unica cosa che non mi da problemi è la farina di ceci che uso al posto delle uova. L’unica pasta e ceci che sono riuscita a mangiare senza morire è quella della mamma di una mia amica, mi diceva che se li cuoci con l’alloro non ti si gonfia la pancia. Sarà vero? Fatto sta che non ho sofferto per nulla 🙂ReplyCancel

    • Sandra - Sperimenterò sicuramente l’alloro! Io volevo provare anche l’alga kombu… però c’è da dire che sto cuocendo talmente tanto i legumi che effettivamente non posso lamentare particolari problemi. E pensa che ho avuto problemoni veramente debilitanti in questo senso, anche senza legumi, per più di dieci anni: la sola vista di un cecio mi faceva fuggire a gambe levate… ^_^ReplyCancel

Your email is never published or shared. Required fields are marked *

*

*